ARVALES FRATRES
ARVALES    FRATRES

Contatti

Ci potete contattare allo:

 

tel  +39 0522 922111

fax +39 0522 015154

officinavita@gmail.com

www.vitalianobiondi.it

 

 martedì, giovedì ore16.00/19.00

Potete usare il nostro modulo online.

E' LA VIA DELL'ORTO

CAMAIORE

 

sabato 9 e domenica 10  aprile 2011

 

dalla mattina al tramonto

 

festa degli orti, delle sementi, delle erbe e delle erbarie

 

 

progetto: Vitaliano Biondi direzione artistica: Fabrizio Diolaiuti comunicazione: Mimma Pallavicini

 

 

“Quando il mondo classico sarà esaurito, quando saranno morti tutti i contadini e tutti gli artigiani, quando non ci saranno piu’ le lucciole, le api, le farfalle, quando l’industria avrà reso inarrestabile il ciclo della produzione, allora la nostra storia sarà finita”

 

(1962) P.P. Pasolini

 

 

 

Il 9 e 10 aprile si terrà a Camaiore la festa degli orti, delle sementi, delle erbe e delle erbarie.

La festa prevede allestimenti di orti-giardino, esposizione e vendita di piante orticole, di semi e dei prodotti lavorati che ne derivano.

In programma un momento teatrale ed incontri per illustrare le tecniche di coltivazione per poter creare un piccolo orto secondo natura, preparando il terreno, seminando, scegliendo i trapianti, curando la crescita delle piantine nel rispetto di delicati equilibri e valorizzando anche le finalità terapeutiche e il benefico effetto relax che possono derivare dalla coltivazione della terra.

Farà da contorno alla manifestazione anche un “mercato dei contadini” all’insegna della tradizione e della genuinità e non mancheranno spazi dedicati all’artigianato. In occasione della festa si proporranno, nei ristoranti, assaggi gastronomici con originali manicaretti a base di ortaggi, fiori e primizie di stagione.

 

Tema centrale del 2011 sarà il fagiolo.

 

Gli obiettivi di questa manifestazione sono:

- far festa attorno alle cose semplici della campagna che pure trasmettono saperi e valori, cercando metodi per fissare le conoscenze del passato e indicare una via di rinnovamento e approfondimento dei saperi agricoli.

 

 

 

Programma

 

 

Via Vittorio Emanuele

- Mostra mercato di varietà tradizionali di erbe, fiori, ortaggi, sementi, piante

  officinali e medicinali, prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati

 

- Mostra mercato di semi piantarole di varietà orticole

 

- Attrezzi per l’orto

 

- Mercato contadino dei prodotti ortofrutticoli della piana di Capezzano Pianore

 

- Prodotti dei piccoli e grandi monasteri della Toscana

  (farmacia di Santa Maria Novella di Firenze, ecc.)

 

- Mostra mercato dei prodotti de:

Apiario

miele

Erbe e Fiori

rimedi naturali, tisane, olii ed essenze, balsami e unguenti

Frutteto

confetture, succhi e sciroppi di frutta

Pasticceria

biscotti artigianali, creme spalmabili, cioccolato, caramelle, golosità

Orto

olio extravergine di oliva, aceti aromatici, verdure e ortaggi

Cantina

vini, passiti, grappe, liquori, birre

Cosmesi e Bellezza

viso, corpo, mani, piedi, acque e profumi

Igiene personale

saponi, shampoo, bagnoschiuma, altri prodotti

 

Piazza Diaz

- ASINOMONDO un’area destinata agli asini con attività di intrattenimento

Asinobus: passeggiate a dorso d’asino in groppa agli asinelli (turni da 1 ora continuativa od inferiori)

Patente asinina: i bambini dovranno effettuare un percorso tortuoso e con la presenza di piccoli ostacoli conducendo per mano un asinello e saranno immortalati da una foto delle loro "prodezze". Dopo il tragitto i bambini riceveranno il Patentino con foto personale di Provetto Conduttore di Asinelli (turni da 1 ora continuativa od inferiori)

Asino chi legge: lettura o narrazione di storie dedicate all’asino. Il narratore gira per la fiera con un asino con il basto colmo di libri e conduce il pubblico nella tenda (wigwam) allestita per la narrazione di belle storie sugli asini. Alcune storie sono supportate da un tabellone illustrato che mette in evidenza i fatti narrati (turni da 45 minuti od inferiori)

Trekking peri urbano: escursione con asini nei dintorni di  Camaiore, aperto a tutta la famiglia, durante il quale si può visitare con occhio nuova e divertito il paese (1 turno di circa 1ora e trenta)

Asino in pista: su di un percorso segnato che implichi, con un asino tenuto per la lunghina, un tempo di circa 10 minuti di percorreza, 3 asini e 3 guidatori si impegnano per vincere la sfida per arrivare prima al traguardo. L’unico mezzo per sollecitare l’andatura è la lunghina e (volendo) un poco di fieno da tenere in mano (turni da 1 ora e trenta od inferiori)

 

 

 

Nei cortili della città

- verranno allestiti orti urbani, un pollaio ed un arnia per api

(per sottolineare l’importanza della impollinazione)

 

- Certame del letame

quale sarà il letame migliore per il tuo orto?

in piazza…….. ognuno potrà rifornirsi di letame, scegliendo fra tipi di diversa provenienza,  ed un esperto consiglierà quale sia più adatto per il proprio orto

 

- Laboratori di intreccio del salice

 

 

 

Museo e luoghi pubblici di Camaiore

- Fagiolo civettuolo

mostra fotografica di Daniele Cavadini

 

- Fagioli d’Italia

mostra ragionata delle varietà orticole coltivate in Italia, con qualche esempio di curiosità botanica straniera

(la diffusione del fagiolo in Italia fu patrocinata personalmente da

Papa Clemente VII, al secolo Giulio de' Medici, che ne promosse la coltivazione dapprima negli Orti Vaticani, quindi in tutto lo Stato Pontificio, in particolare in Toscana, ecc.)

 

 

 

Nelle vie e nelle piazze

- Ortimpazza

azione di Guerrilla poetica, giardinaggio poetico libero d'assalto 

lungo le vie del paese teatranti declameranno passi celebri di poesia orticola.

I brani letterari saranno appesi alle vie del paese, nei bar, nelle scuole. Come:

E tu fagiolo pistolese, fagiol cappone senza buccia, candido come la neve dei monti che vedi ancora di primavera chiudere da tramontana il piano dove nascesti, fagiol gentile, non cotto con soda…..

oppure

Fiorentin mangia fagioli, leccapiatti e ramaioli……

 

Nei ristoranti di Camaiore

Palio della Fagiola (Uguccione della Fagiola)

per conquistare l’Uguccione d’oro nel cucinare piatti di fagioli

sfida gastronomica fra:

Unioni dei comuni del Pratomagno, Fagiolo zolfino

Bigliolo (Aulla), Fagiolo di Bigliolo

Lucca, Fagiola Garfagnina

Valdarno, Sorana, Fagiola schiacciona

Uguccione della Faggiola Casteldelci

Nato nel 1250, Uguccione apparteneva al nobile casato dei della Faggiola, allora signori di Casteldelci, che abitavano uno dei castelli sorti nel Medioevo sulle montagne nei pressi del borgo.

Fu tra i protagonisti delle vicende politiche di inizio Trecento: famoso condottiero di milizie, fu il capo dei ghibellini italiani e astuto negoziatore tra il papa e l'imperatore. Dopo essere stato podestà e signore di Arezzo dal 1308 al 1310 e vicario dell'imperatore Enrico VII di Lussemburgo a Genova tra il 1311 e il 1312, nel 1313 Uguccione fu chiamato a Pisa per esercitarvi la signoria. L'anno successivo, al comando dell'esercito pisano, insieme a Castruccio Castracani e ad altri ghibellini lucchesi, conquistò militarmente Lucca e nel 1315 sconfisse l'esercito guelfo a Montecatini. Ma nel 1316 i pisani lo scacciarono per i suoi metodi oppressivi, costringendolo a rifugiarsi a Vicenza presso Cangrande della Scala, che lo fece podestà e gli permise di tenere questa carica fino alla morte.

Il nome di Uguccione è legato anche alla storia della letteratura. Secondo la tradizione, Dante in esilio avrebbe trovato ospitalità nel suo castello e per gratitudine gli avrebbe inviato l'Inferno nel 1307. Alcuni commentatori danteschi ritengono inoltre che sia lui il misterioso "veltro" descritto nel primo canto (Inf. I, vv.100-111), personificazione allegorica di un eroe destinato a liberare l'umanità, e in particolare l'Italia, dall'avarizia e dalla cupidigia.

 

durante i due giorni della manifestazione si potrà assaggiare la Cucina dei fiori mangiamo fiori molto più spesso di quello che pensiamo!

Per esempio: cavolfiori, carciofi, ecc., sono tutti fiori! ... e allora perchè non assaggiarne anche altri tipi?

 

Ed è subito pera

incontro nazionale di poesia georgica

raduno dei poeti dialettali sui temi della campagna

 

Fagiolo:

Angiolo o Mariolo?

esperimento nazionale che verifichi se sia verità che in certi luoghi

il piantar fagioli faccia nascere marioli (Arceto, Marradi, ecc.)

si pianteranno fagioli e si ricercherà nella storia del paese il perché di tale nomea

Creazione della rete fagiolo: angiolo o mariolo che colleghi i comuni coivolti, con l’intento di farne conoscere il territorio.

Durante la manifestazione possibilità per gli aderenti di accedere agli alberghi ed ai ristoranti di Camaiore a prezzi scontati.

 

 

 

Gadgets

- fagioli “afrodisiaci?” o…da tombola

- tavoliere da tombola e confezione di fagioli

- fiasca per cuocere i fagioli

 

venerdì 8 aprile 2011

 

Scuola Media “Rosso di San Secondo” di Capezzano

ore 10.00 - 12.30

Liberate gli ortaggi !

conferenza incontro con interventi di: ………………

I temi affrontati saranno la storia locale degli ortaggi, dei modi di dire, delle pratiche orticole; le scuole partecipanti avranno in premio attrezzatura e semi per l’allestimento di alcune prese d’orto.

 

 

 

sabato 9 aprile 2011

 

Piazza San Bernardino

ore 10.00

inaugurazione della manifestazione

e dell’orto del Sindaco allestito sul balcone del Municipio

una web camera riprenderà  la crescita dell’orto, chiunque  potrà seguire da casa, attraverso un computer, i progressi della crescita delle piante

Il sito internet fornirà anche indicazioni di come fare un orto sul balcone.Le cure particolari su alcune piante e la lotta ai parassiti e alle malattie, sono identiche a quelle per l’orto normale. Un vantaggio non da poco dell’orto sul balcone è che sarà meno invaso da parassiti e malattie rispetto un normale orto.

 

ore 15.00

primo raduno nazionale dei cognomi dell’orto (Pomodoro, Cipolla, ecc.)

foto di gruppo e pranzo vegetariano (potrà Fagioli mangiare fagioli o Cipollini mangiare cipolle?)

 

ore 16.00

tombolata dei semi in piazza animata da Fabrizio Diolaiuti

le vincite saranno in natura

I segnacaselle saranno semi di varietà diverse di fagiolo, acquistabili sul posto a piccolo prezzo e riutilizzabili per le semine nell’orto. Il ricavato dalla vendita andrà in beneficenza o per l’allestimento di un orto scolastico.

 

il gioco della semina e raccogli

gioco per ragazzi e adulti (le pedine sono fagioli)

I Masai, lo chiamano Kiuthi, dicono che il gioco ‘semina e raccogli’ è il più antico del mondo ed è stato inventato da Sindillo, il figlio del primo uomo, Maitoumbe. E aggiungono che il suo primo nome non è stato né Kiuthi, né Warri, né Awele né Mancala, ma Geshe.

 

 

 

domenica 10 aprile 2011

 

Piazza San Bernardino

ore 16.00

Fagiolino e Sandrone Barbieri dei Morti

spettacolo di burattini

Fagiolino ha scialacquato una fortuna ereditata da una lontana parente ed è oberato dai debiti; solo il cavalier Cipolla gli ha vinto ventimila scudi giocando a “rubamazzo”! Fagiolino lo paga con il legno della Banca di Legnano (nel senso che usa un legno, il suo solito pagherò). Arrivano poliziotti, carabinieri, gendarmi, guardie municipali: Fagiolino scappa e con lui il suo fedele amico Sandrone. Giungono in un paese sovrastato da un colle, sul quale si erge un castello in preda a una maledizione: in esso, infatti, allo scoccare della mezzanotte si scatenano diavoli e fantasmi. Ma chi passerà una notte nel castello avrà come compenso un’immensa fortuna… e i nostri amici hanno deciso di provarci!

Con questo spettacolo si vuole portare l’evento teatrale nella sua intima origine: la veglia.

 

Durante lo spettacolo verranno serviti

FAGIOLI AL FIASCO GIACOMO PUCCINI

 

ore 16.00

la pentola di fagioli

incontro condotto da Fabrizio Diolaiuti

su curiosità botaniche, gastronomiche, letterarie, modi di dire e facezie intorno ai fagioli

Stampa Stampa | Mappa del sito
© ARVALES FRATRES Viale Isonzo 20 42121 Reggio Emilia Partita IVA:01847050356